top of page

Rappresentazione e Stereotipi in Fotografia

Steve McCurry e Gordon Parks, due fotografi a confronto


La fotografia, in quanto potente medium di narrazione visiva, gioca un ruolo cruciale nella formazione delle percezioni culturali e sociali. Attraverso la lente dei fotografi, vengono non solo catturati, ma anche creati, rafforzati o sfidati gli stereotipi culturali.



"Afgan Girl" (1985) / Steve McCurry
"Afgan Girl" (1985) / Steve McCurry

Prendiamo il caso di "Afghan Girl", l'immagine iconica scattata da Steve McCurry e pubblicata sulla copertina di National Geographic nel 1985. Questo ritratto, che mostra una giovane ragazza afghana dai penetranti occhi verdi, ha catturato l'attenzione mondiale, diventando una delle immagini più riconoscibili al mondo.


Tuttavia, alcuni critici, come l'antropologa visiva Elizabeth Edwards e lo studioso Edward Said, autore di "Orientalismo", hanno sottolineato come questa fotografia potrebbe aver contribuito a uno stereotipo occidentale dell'esotico "altro".  l'immagine potrebbe aver contribuito a una narrazione esotica e semplificata di culture non occidentali, rinforzando una visione orientalista.


Said sostiene che tali rappresentazioni tendono a creare un'immagine monolitica e stereotipata delle persone in contesti diversi da quelli occidentali, riducendole a semplici soggetti esotici anziché individui complessi con storie uniche.



Gordon Parks / "Segregation Story" (1956)
Gordon Parks / "Segregation Story" (1956)

In contrasto, il lavoro di Gordon Parks offre un esempio di come la fotografia possa essere utilizzata per sfidare gli stereotipi prevalenti. Come uno dei primi fotografi afroamericani a guadagnarsi un posto nelle maggiori riviste, Parks ha impiegato la sua arte per documentare la vita quotidiana, le lotte e la dignità delle comunità afroamericane. Attraverso serie come "Segregation Story" (1956), ha fornito una rappresentazione profonda e sfaccettata della vita afroamericana, contrastando le narrazioni stereotipate e spesso denigratorie predominanti nei media dell'epoca.



Questi due esempi illuminano due facce diverse della stessa moneta. Da un lato, la fotografia di McCurry, pur essendo tecnicamente superba, potrebbe aver involontariamente rafforzato un'immagine stereotipata, mentre dall'altro, Parks ha usato il suo obiettivo come uno strumento di empowerment e sfida agli stereotipi esistenti. Entrambi i casi evidenziano la responsabilità intrinseca nella rappresentazione fotografica: il potere di plasmare, per il bene o per il male, la comprensione collettiva di culture e comunità.

83 visualizzazioni

Comments


bottom of page